3.1.J Regole per il calcolo della tariffa

Dal 1 gennaio 2014 le tariffe sui rifiuti sono calcolate secondo la normativa prevista dal D.P.R. 158/99 pertanto le tariffe applicate alle utenze domestiche sono suddivise in una quota fissa, da applicare alla superficie imponibile differenziata in relazione al numero dei componenti del nucleo familiare, ed una quota variabile che è un importo in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare.

Eventuali variazioni saranno automaticamente conteggiate in fase di conguaglio. Ricordiamo che in caso di trasferimento in altra abitazione dovrà essere presentata una disdetta e una eventuale nuova denuncia, in modo da ricalcolare l’importo dovuto.
Per le utenze non domestiche sia la quota fissa che quella variabile sono in proporzione ai metri quadrati ed in funzione dell’attività svolta.
All’importo ottenuto dal calcolo dell’imposta dovuto viene applicato un 5%  di addizionale provinciale.
 
Per le utenze domestiche il calcolo della tari è così articolato:
(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x (giorni / 365) – Riduzioni)+5% addizionale provinciale
Per le utenze non domestiche il calcolo della tari è così articolato
(Tariffa Fissa x Superficie x (giorni / 365) + Tariffa Variabile x Superficie x (giorni / 365) – Riduzioni)+5% addizionale provinciale
 
Per quanto riguarda l’anno 2020, la rata di acconto verrà calcolata applicando le tariffe approvate per l’anno 2019 (delibera CC n. 11 del 11/3/2019  ) in base al comma 15-ter dell’art. 13 del D.L. 201/2011 come modificato dal D.L. 34/2019 convertito in Legge n. 58/2019.
 
UTENZE DOMESTICHE
 
 
Famiglie QUOTA FISSA 
QUOTA VARIABILE per FAMIGLIA
  Euro/m2 Euro/Utenza
     
Famiglie di 1 componente 0,927 63,01
Famiglie di 2 componenti 1,089 107,12
Famiglie di 3 componenti 1,216 144,93
Famiglie di 4 componenti 1,321 176,43
Famiglie di 5 componenti 1,425 195,34
Famiglie di 6 o più componenti 1,506 214,24
Non residenti o locali tenuti a disposizione 1,089 107,12
 
UTENZE NON DOMESTICHE
    QUOTA FISSA QUOTA VARIABILE  TARIFFA TOTALE          
  Categoria Euro/m2 Euro/m2 Euro/m2          
                   
1 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto 0,869 0,720 1,589          
2 Cinematografi e teatri 0,558 0,458 1,016          
3 Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta 0,778 0,642 1,420          
4 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi 0,986 0,818 1,804          
6 Esposizioni, autosaloni 0,662 0,552 1,214          
7 Alberghi con ristorante 2,128 1,761 3,889          
8 Alberghi senza ristorante 1,401 1,163 2,564          
9 Case di riposo, collegi e convitti 1,778 1,472 3,249          
10 Ospedali e case di cura 1,674 1,381 3,055          
11 Uffici, agenzie, studi professionali, banche 1,972 1,630 3,602          
13 Attività commerciali vendita beni non alimentari 1,829 1,512 3,342          
17 Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista 2,297 2,035 4,331          
18 Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista 1,596 1,331 2,927          
19 Carrozzeria, autofficina, elettrauto 1,829 1,512 3,342          
20 Attività industriali  e artigianali con capannoni di produzione 1,051 0,930 1,981          
22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub 7,006 5,564 12,571          
24 Bar, caffè, pasticceria 4,619 3,822 8,441          
25 Attività commerciali vendita beni alimentari, fiori e piante 3,101 2,567 5,668          
28 Supermercati e Ipermercati di generi misti 3,555 2,939 6,494          
30 Discoteche, night club 2,478 2,053 4,531          


Esempio di calcolo:
UD: l’importo TARI annuale per una famiglia di 4 componenti che occupa una abitazione di 100 mq è pari a € 324,00. L’importo è così calcolato:
(1,321 x 100 x 365/365 ) + (176,43x 365/365) + 5% addizionale provinciale = € 324,00
 
UND: l’importo TARI annuale per un bar che occupa una superficie di 50 mq è pari a €  443,00
L’importo è così calcolato:
(4,619 x 50 x 365/365 + 3,822 x 50  x 365/365) + 5% addizionale provinciale = € 443,00


Variabili per la determinazione delle tariffe
https://www.finanze.gov.it/opencms/it/archivio-evidenza/evidenza/TARI-Fabbisogni-standard-del-servizio-di-raccolta-e-smaltimento-dei-rifiuti-Anno-2020-Art.-1-comma-653-della-legge-n.-147-del-2013-Pubblicazione-delle-linee-guida/
 

Ultimo aggiornamento: 04/07/20